Il patrimonio immobiliare di proprietà dell' IACP di Bari è costituito da più di 3100 fabbricati con vetustà media pari a 40 anni, suddivisi in più di 2100 fabbricati in completa locazione di età media pari a 34 anni e quasi 1000 in condomini misti, di età media 53 anni (al 2012).

Il patrimonio è inoltre rappresentato anche da altre unità immobiliari ad uso non abitativo, quali garage, posti auto, cantinole, di pertinenza e non delle unità principali, nonchè depositi e magazzini e altri locali destinati ad uso commerciali e sociale.

Il patrimonio gestito è però più vasto, in quanto l'IACP di Bari ha stipulato diverse convenzioni con altri comuni, prendendo in carico la gestione amministrativa di oltre 3100 unità abitative di proprietà terza (ad esempio del Comune di Bari, del Comune di Bisceglie, del Comune di Santeramo in Colle).

Per molti anni ha inoltre gestito un vasto patrimonio demaniale, del quale è giunto alla fase conclusiva il trasferimento della effettiva proprietà dal Demanio dello Stato all'IACP di Bari, per effetto del legge n.388 del 23/12/2000 art.46.

La dislocazione geografica del patrimonio immobiliare è distribuita sui tutti i comuni della provincia di Bari, oltre i 7 comuni della nuova provincia BAT (Barletta-Andria-Trani), e naturalmente della città di Bari, in cui vi è la maggiore concentrazione del patrimonio gestito.

 Fabbricati Locazione  per Comune 2012

La gestione del patrimonio suddetto comporta l'ordinaria amministrazione degli stessi, gestione utenza, attraverso la stipula dei contratti e delle assegnazioni, volture, sanatorie, bollettazione, riscossione, rilasci, cambi alloggio, la vendita ...etc e, dal punto di vista tecnico,  la manutenzione straordinaria, nonchè quella ordinaria gestita attraverso il Global Service.

L'offerta del patrimonio locativo in vendita è costituito al 2012 da circa 7100 unità, inserite nel Piano di vendita del 1994 (Delibere Regione Puglia n.911 e n.914 del 1994), pari a circa il 30% del totale.

E' in corso l'ampliamento del Piano di Vendita vigente.